Archivi giornalieri 3 Settembre 2014

Un nuovo personaggio nell’universo di Harry Potter

Si chiama Celestina Warbeck e la racconta la stessa J.K. Rowling

Si chiama Celestina Warbeck ed è una cantante: è la preferita della mamma di Ron Weasley e, nella mente di J.K. Rowling, assomiglia a Shirley Bassey. È il nuovo personaggio raccontato dall’autrice di Harry Potter su Pottermore.com, il sito dedicato. Ha una biografia e un mucchio di canzoni, tra cui quella che potete ascoltare qui sopra. Tra le altre hit di Celestina troverete You Charmed the Heart Right Out of Me e A Cauldron Full of Hot, Strong Love. Titoli allusivi? Infatti. Oltre a essere un’artista, la Warbeck è anche una strega.

Le vicende di Harry Potter potranno essersi concluse sulla carta (e al cinema), ma la Warner Bros non ha intenzione di fermare ilfranchise legato al mago e qualche tempo...

Leggi altro

Agents of Shield, il teaser della stagione 2

La prima puntata della seconda stagione verrà trasmessa il 23 settembre. Pronti?

Proteggere le vite delle persone, anche se loro non lo sanno: il nuovo teaser trailer di Agents of Shield di Joss Whedon si chiude con la dichiarazione programmatica d’intenti dell’Agente Coulsone piacerà a chi si è appassionato alla prima stagione della serie Marvel.

Lo show che ha seguito gli eventi di Capitan America: The Winter Soldier potrebbe andare avanti portandoci per mano verso Avengers: Age of Ultron, l’atteso sequel della pellicola – sempre di Whedon – prevista per il primo maggio 2015 (almeno negli Usa).

Agents of Shield. ha raccolto, nell’arco della prima seasonpareri discordanti: il padre di Nick Fury, Jim Steranko, non ha avuto parole tenere per gli attori e le ...

Leggi altro

Lumen et Umbra: il primo MUD italiano su internet

Eravamo a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80, e all’epoca le avventure testuali erano forse gli unici videogiochi che permettessero davvero di evadere dalla realtà, dato che allora gli aspetti grafici dei giochi erano ancora primitivi.

Con le avventure testuali invece la “grafica” era tutta racchiusa nella mente del giocatore che leggeva le parole e le frasi sullo schermo come se si trattasse di un libro.

 Con il passare degli anni e il progredire della tecnologia, i videogames diventarono via via sempre più complessi e sempre più graficamente coinvolgenti, fino al punto da non dover più richiedere sforzi di immaginazione da parte del giocatore. Fu quindi la fine per le avventure testuali, sia digitali che cartacee.

La fine? Forse no.

Sebbene sicuramente siano mol...

Leggi altro